Il Parco Regionale dei Nebrodi

Parco dei Nebrodi

Con oltre 88.000 ettari di superficie, il Parco Regionale dei Nebrodi è il parco più grande della Sicilia.

Il Parco dei Nebrodi si estende per gran parte della Sicilia Nord orientale nel territorio di 3 province, Messina, Catania ed Enna.

I Monti Nebrodi infatti sono la catena montuosa più importante della Sicilia, racchiudono le zone di boschi più estese dell’isola con distese di Faggi e Quercie. La zona è inoltre ricca di fauna, tipico di questa zona è l’avvoltoio grifone recentemente tutelato da progetti di osservazione e da diverse attività di tutela della specie.

Istituito negli anni 90, il Parco delle Nebrodi comprende 25 comuni, i più importanti sono Acquedolci, Alcara li Fusi, Capizzi, Cerami, Cesarò, Militello Rosmarino, Randazzo, San Fratello, San Teodoro, Sant’Agata di Militello, Tortorici, Troina e Ucria.

Il paesaggio del parco è dominato dalla catena montuosa dei Nebrodi che si affaccia a Nord direttamente sul Mar Tirreno e ha come confine naturale a Sud l’Etna e il fiume Alcantara, dove si trova un altra importante area protetta, il Parco fluviale del Fiume Alcantara.

Gli Arabi furono i primi a definire questa zona l’isola nell’isola, il paesaggio offerto da questi luoghi è infatti unico nel suo genere. Un territorio molto suggestivo, boschi e ampie zone verdi, torrenti fluenti e laghi incontaminati che si discostano totalmente dall’immagine di una Sicilia bruciata dal sole.

Escursioni e turismo nel Parco dei Nebrodi

A livello turistico questa zona della Sicilia offre una vasta scelta di itinerari. Oltre alle oasi da visitare, il turista può seguire diversi percorsi storici che testimoniano i primi insediamenti dell’uomo e l’interazione con questo particolare territorio. percorsi eno gastronomici.

Come da tradizione dei primi popoli che si fermarono in questa zona dell’isola, vi sono molte zone a vocazione contadina.

Famosi sono i pastori dei Nebrodi con numerose produzioni artigianali e prodotti caseari di indicazione geografica tipica tra cui spiccano il canestrato dolce e piccante, la provola e la ricotta.